La tera

viadotto 1166
Regà sto periodo devo sta ‘n forma. ‘N campagna ce so tante cose da fa’ e devo da ‘na mano ar mi fijo. Doppo lalluvione e rimosse palate de fanga (ahò la fanga me sortiva puro da le recchie). Vabbè me ce serviva ‘n po’ de riposo, invece…dimani principio a riccoje l’olive.
Mesà che me faccio ‘na doppia razzione de spremute de melograni. Quanno me stracco er mi’ ginocchio piagne, io nun ce faccio caso e quanno fiotta l’alliscio ‘n po,’strano er benefìzzio er dolore se carma.
‘Na vorta er sor Braccio de fero se magnava barattoli de spinaci, io me magno ‘na tièlla de cicorietta chissà se fa uguale?
viadotto 1132

Annunci

7 thoughts on “La tera

  1. Franca carissima , non strafare dopo il lavoro della alluvione e della rimozione della “fanga”! Però melogano in spremuta e cicorietta campestre ti saranno utili a tenerti nella tua forma , già smagliante di suo! Un abbraccio anche da Laura!

  2. E’ sempre piacevole venire su queste pagine… dove la pace e l’amore per la natura regnano sovrane. E tu, Franca sei la dea di questo mondo. Un abbraccio, amica mia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...