Terremoti e calamità

tramonto Caffarella1
Nun annamo troppo lontano. Partimo sortanto da l’anno 1908 quanno la tera ha tremato e seminato morti. Me sa che l’umano nun ha contato quanti morti ce so stati da quer giorno fino a oggi pe li terremoti e pe le calamità varie.

Teremoto
Trovo sortanto parole
impastate de paja
fanga acqua e sole.
Nisuno!
pò fa tornà lo sprendore
de ‘na vorta.
Nun ce serve fa le guere
pe raccòje sortanto
morte e macèra.
Ner tempo ce penza
er teremoto
a spianà a nisconne
li cristiani e le case.
Su la grosta der monno
nun serve fa le guere
pe scancellà li popoli
‘gni tanto ce penza
er teremoto.
L’omo nun raggiona
e vole giocà tarquale
a la sporca guera.
Pe seminà accosto
sortanto radice…
de sucidume e de morte.

L’umano me sa che nun capisce. A che je servono le guere ce basta le calmità naturali a fa macerie e morti. L’omo è sortanto cretino e nun je piace
vive in pace pe godesse la vita. Nun s’aricorda che su sta tera ce se passa sortanto e puro de corza.
franca bassi

Annunci

3 thoughts on “Terremoti e calamità

  1. Grazie per il tuo passaggio sul mio blog , carissima Franca, e se mi dispiace per la lentezza del pc, son contento per l’esito della visita oculistica : il tono è ottimo per le condizione cui eri arrivata! (sai che sono pratico…sulla mia pelle dal lontano 1968!!) Ma mi raccomando le gocce sempre alle stesse ore. Un abbraccio anche da Lauretta! Bellissimo il tuo post in vernacolo: perle di saggezza , carissima! Del resto la guerra è solo un di più rispetto a tutte le calamità naturali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...